Testata sito

 

#MARCHEUROPA, UN'AGENDA CONDIVISA PER UNA REGIONE EUROPEA Seminari di approfondimento promossi dal Consiglio regionale e dall'Istao. Il Presidente Mastrovincenzo: “L'obiettivo è quello di aiutare i giovani amministratori a comprendere alcuni processi economici e sociali in una prospettiva europea, per fare le scelte più giuste”.

#marcheuropa: un'agenda condivisa per una regione europea. Lezioni, dibattiti e confronti con personalità del mondo della cultura, della politica e dell'economia per riflettere sulle Marche, oggi, in Europa. Il Consiglio regionale e l'Istao (Istituto Adriano Olivetti) propongono un ciclo di seminari formativi, coinvolgendo le quattro Università marchigiane, LaPolis (Laboratorio di studi politici e sociali), Case (Centro alti studi europei) e Symbola (fondazione per le qualità italiane). Il programma di incontri, presentato questa mattina a Palazzo Leopardi dal presidente Antonio Mastrovincenzo e da Simone Mariani, vicepresidente dell'Istao, si svolgerà in tre date ad aprile (15), maggio (13) e giugno (17). "Marcheuropa è un'iniziativa sui temi dell'integrazione europea e delle politiche comunitarie, per riflettere sia sulle opportunità offerte dall'Europa alle Marche, sia sui vincoli – ha spiegato il presidente Mastrovincenzo – Un'occasione unica di approfondimento rivolta ai consiglieri regionali, ai componenti del Consiglio regionale dell'economia e del lavoro e del Consiglio delle autonomie locali, ma anche un'opportunità formativa, aperta e gratuita, progettata per i giovani amministratori locali.” Al programma di incontri, per il quale sarà rilasciato un attestato di partecipazione, potranno infatti iscriversi fino a un massimo di 80 amministratori comunali che non abbiano superato i 40 anni. "Il ciclo di seminari partirà da un'indagine realizzata da LaPolis su un campione di cittadini, per capire dove stanno andando le Marche, quali sono gli orientamenti dei marchigiani sulla partecipazione politica, sulla fiducia nelle istituzioni, sul gradimento dei servizi, sui giovani, sul lavoro, sull'immigrazione – ha proseguito Mastrovincenzo, illustrando nel dettaglio i tre appuntamenti - E' la prima volta che un Consiglio regionale sceglie di sviluppare queste tematiche. L'obiettivo è quello di aiutare i giovani amministratori a comprendere alcuni processi economici e sociali in una prospettiva europea, fornendo strumenti utili a tracciare gli interventi pubblici e a fare le scelte operative più giuste per la comunità marchigiana". I principali temi delle giornate di studio, ospitate a Villa Favorita, sono le riforme costituzionali e istituzionali, gli scenari macroregionali nella strategia della MRAI (Macroregione Adriatico-ionica) con le possibili aggregazioni, il quadro della finanza locale, i punti di forza e di debolezza dell'assetto socio-economico regionale e le nuove leve dello sviluppo. "Siamo orgogliosi di essere partner di questo progetto – sostiene il vicepresidente Mariani – Lo scopo è quello di accrescere il livello di conoscenza e la capacità di amministrazione dei giovani. Crediamo che questa iniziativa possa essere un appuntamento a cui dare seguito negli anni futuri, perché se non passiamo attraverso la formazione e la qualificazione, non possiamo aspettarci valore aggiunto nelle nostre amministrazioni". "L'Istao – conclude - sta vivendo una profonda fase di riorganizzazione e rilancio, crediamo che realizzare questa iniziativa sia il modo giusto per avviare l'attività della nuova amministrazione e speriamo siano i primi passi di un lungo cammino insieme". I relatori, oltre a docenti degli atenei marchigiani, come Piero Alessandrini (Univpm) e Marco Pacetti (Case - Univpm), Ilvo Diamanti (LaPolis - Uniurb), Massimo Sargolini (Unicam), Alessandro Lucchetti (Unimc), sono giuristi come Marco Cammelli, professore emerito di diritto amministrativo all'Università di Bologna, Luca Antonini, professore ordinario di diritto costituzionale all'Università di Padova, e l'economista Patrizio Bianchi dell'Università di Ferrara. Sono previsti gli interventi dei sottosegretari Gianclaudio Bressa, per gli affari regionali, e Pierpaolo Baretta, per lo sviluppo economico. Come rappresentanti del Parlamento europeo, ci saranno Roberto Gualtieri (presidente della commissione per i problemi economici e monetari) e Silvia Costa (presidente della commissione cultura e istruzione). Per Symbola interverrà Fabio Renzi, segretario generale della Fondazione. Apre la prima giornata del 15 aprile l'introduzione del presidente Mastrovincenzo, le conclusioni del 17 giugno sono affidate al presidente della Giunta Ceriscioli.
L'avviso per la selezione, disponibile sul sito del Consiglio regionale (www.consiglio.marche.it), scade il 25 marzo e prevede come criterio l'ordine di arrivo cronologico delle domande.
Comunicato n.109, Martedì 15 Marzo 2016
 

 
 
CONSIGLIO REGIONALE  Assemblea legislativa delle Marche
Piazza Cavour 23 - 60121 Ancona
TEL. 07122981  FAX 0712298539  PEC assemblea.marche@emarche.it
Codice Fiscale  80006310421

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per il corretto funzionamento delle pagine web. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso consulta l’informativa sulla privacy.

Accetto